martedì 29 marzo 2011

Tutti in piedi! Sua Maestà Gnome 3...

E' arrivato. Dopo anni d' attesa degli utenti e di mille date di rilascio poi posticipate, finalmente tra pochi gioni la release stabile di Gnome 3 sarà una realtà. Il motivo di un parto così travagliato è presto detto: una completa rivoluzione del desktop, sia per l'interazione con l'utente che per la base tecnologica in cui affonda le proprie radici. Chi scrive è tutt'ora un utente di KDE che ha assistito al rilascio della versione 4.0, spesso indicata come la più grande rottura con il passato nel mondo dei DE del pinguino. Ora vedremo come le nostre convinzioni dovranno cambiare il 6 Aprile 2011...



Questa tecnicamente è una preview, visto che la mia osservazioni si basano su di un'installazione di Fedora 15 Alpha aggiornata e la versione di Gnome-shell disponibile è la 2.91.93
La cavia è il mio fidato Eeepc 901Go, il supporto ideale per vedere il nuovo piedone alle prese con i piccoli schermi dei netbooks.
Come detto io sono partito dall'alpha di Fedora 15 "Lovelock" scaricabile da qui:
http://fedoraproject.org/get-prerelease
e poi ho portato a termine tutti gli aggiornamenti disponibili.
Un'altra via può essere quella di scaricare l'ISO ufficiale di Gnome3 da qui:
http://www.gnome3.org/tryit.html
In questa pagina avremo la possibilità di scegliere la versione dimostrativa con Gnome 3 di openSUSE o quella di Fedora. A voi la scelta...

ATTENZIONE!! Entrambe le distribuzioni sono in fase di sviluppo. Nel caso vogliate installarle mettete in conto qualche malfunzionamento/inconveniente o, peggio ancora, macchine che non si avviano. Il consiglio è provare le versioni Live e poi attendere le relative release ufficiali.

Ora immergiamoci nel nuovo DE. Una volta avviato ci troviamo davanti il classico GDM, dopodichè questo è la schermata che ci troveremo davanti:



Come vedete in alto a dx troviamo l'accesso ad alcune funzioni fondamentali:
-Le impostazioni d'accessibilità



-La gestione energetica


-La gestione dell'audio


-Il nuovo Network Manager


-La gestione dell'utente



Ora la vera magia avviene premendo il tasto "Super" oppure portando il cursore del mouse nell'angolo in alto a sx o ancora cliccando su "Attività"



Questo è il vero nucleo di Gnome3.
Da qui c'è la possibilità di

-lanciare le applicazioni dalla dock di sinistra

-cliccare sul menu applicazioni e scorrere l'elenco dei programmi installati

-digitare sulla tastiera una parola e istantaneamente Gnome-shell mostrerà solo le applicazioni compatibili (ad esempio scrivendo Mail verranno mostrati solo i client email tra le applicazioni e le impostazioni generali di sistema per il servizio email)



-passare da uno workspace ad un altro cliccando sulle relative miniature sul pannello a scomparsa di destra.

Ovviamente non è finita qui: nel caso ci fossero finestre aperte, la dash mostra le miniature di tutte le finestre dello spazio di lavoro corrente tramite un effetto simil-exposè, permettendo di passare da un'applicazione ad un'altra o chiudere l'applicazione che non ci serve più, tutto tramite un semplice click.



Tramite drag&drop è anche possibile posizionare le finestre in spazi di lavoro diversi da quelli nativi. In questo caso verrà automaticamente creato un ulteriore spazio di lavoro e, sempre automaticamente, lo stesso spazio verrà distrutto nel caso non fosse più necessario.

In chiave netbook tutto questo automatismo nella gestione degli workspace e delle finestre è una manna dal cielo, visto che è possibile gestire il tutto tramite shortcuts da tastiera:

"Super" da accesso alla dash, all' effetto exposè ed alla ricerca semantica delle applicazioni
"Ctl+Alt+Giù/Su" ci permette di muoverci tra i vari workspaces con relativa indicazione a video
il classico "Alt+Tab" ci fa passare da un'applicazione ad un'altra.
Ovviamente le varie scorciatoie sono personalizzabili dal nuovo control-center.

Un discorso a parte merita la ricerca semantica: serve si come ricerca e lanciatore di applicazioni, ma può essere utilizzato anche per aprire posizioni (digitare "imm" farà ANCHE comparire la cartella immagini) oppure per ricerche in rete su Google e Wikipedia.



Tutta questa integrazione con la tastiera e gli automatismi del DE nella gestione delle finestre rendono Gnome3 IMHO congeniale ai piccoli schermi dei netbook: non si è più alle prese con touchpad, pannelli a scomparsa e pulsanti microscopici, ma tutto lo schermo viene sfruttato per l'applicazione aperta e tutte le funzioni necessarie sono a portata di shortcut.

Un altro elemento caratteristico di Gnome-shell è la parte inferiore dello schermo, dedicata alle notifiche.


Le notifiche, sebbene un po' invadenti a mio parere, sono ben integrate con le applicazioni di Gnome. Un esempio su tutti è Empathy: nel momento in cui riceviamo un IM compare la notifica relativa, nella quale possiamo inserire ed inviare la risposta, senza passare dalla finestra nativa di Empathy.
Anche eventuali messaggi dalle applicazioni in background verranno mostrati tramite le notifiche, dandoci la possibilità di cliccarci sopra e portare in primo piano l'applicazione interessata.

Ora che abbiamo visto le caratteristiche fondamentali del nuovo piedone, vediamo i vari centri di comando del nuovo DE.
Dal menu utente in alto a dx sul pannello, possiamo accedere alle Impostazioni di Sistema.
Questa voce apre il nuovo Control Center, che raggruppa in un unico tool tutti gli aspetti di configurazione di Gnome3, sulla falsa riga di quanto succede su KDE.


Da qui possiamo configurare virtualmente tutto quello che riguarda il nostro desktop, dalla gestione energetica alla tastiera, alla lingua.

Altro centro nevralgico è il nuovo Nautilus 3.0, che appare rinnovato nell'aspetto


Non ho notato grandi cambiamenti nelle funzionalità rispetto alle release precedenti, ma è altresì vero che non uso Nautilus da diverso tempo, quindi sono prontissimo a ricevere delle smentite in proposito.

Ultimo, ma non per importanza, è il rinnovato NetworkManager, arrivato alla versione 0.9. Accessibile tramite l'icona relativa sul pannello, oltre all'integrazione completa con Gnome-shell il nuovo gestore della rete porta un'interfaccia rinnovata e più intuitiva della precedente.



Prima di concludere c'è un piccolo tips che voglio segnalare: Gnome3 in generale e Gnome-shell nello specifico peccano notevolmente in possibilità di personalizzazione. Niente paura! Da terminale

FEDORA
su -c 'yum install gnome-tweak-tool'


Da qui è possibile impostare i font, il tema gtk, la gestione o meno del desktop da parte di Nautilus ed altre personalizzazioni, normalmente non accessibili tramite il DE.

Che altro dire, il progetto è ancora agli inizi e molte cose verranno in futuro (una su tutte la possibilità delle estensioni in perfetto Firefox-style) ma consiglio un po' a tutti di provare un DE che cambia radicalmente il modo di gestire il desktop. Volenti o nolenti con Gnome3 siamo davvero davanti ad una rivoluzione...

PS: visto che siete arrivati fin qui, vi svelerò un segreto per pochi iniziati: se volete spegnere il pc, ma non trovate da nessuna parte la voce relativa, non perdete la vostra autostima... Cliccate invece sul menu utente in alto a dx e premete Alt. L'ultima voce si svelerà in tutta la sua bellezza: Power Off... :D :D :D

Informazioni:
Sito ufficiale: www.gnome3.org

54 commenti:

  1. no momento momento momento! Perché il tasto power off è nascosto? Cosa è windows ? xD

    Per il resto sarei curioso di una cosa dimmi come prestazioni pensi sai più o meno pensate di KDE 4.6 ? Le animazioni come stressano la CPU ? Quanta Ram è occupata dai processi di sistema ? Tempi di boot ?

    PS: io per il momento sul mio netbucco ci tengo openbox :P

    RispondiElimina
  2. scusate volevo dire "prestante" non pensane xD

    RispondiElimina
  3. Wow che super preview!!!Interessantissimo Alfiere...mi hai quasi fatto venir voglia di provarla!!!

    RispondiElimina
  4. @picchiopc
    In effetti la storia del "Power Off" non l'ho capita nemmeno io. Anche se ho letto in giro che dovrebbe essere così solo per i net/notebook...

    A occhio il DE è più prestante di KDE, almeno sul netbook. Le animazioni non sono poi molte, ma lo zoom in/out è piuttosto fluido, nonostante il tutto giri su un'alpha quasi beta.

    All'avvio ti trovi con 150 mega occupati, ma non ho curato l'ottimizzazione, quindi carico tutto il default.

    Tempi di boot più veloci di Gnome, ma ritengo che molto dipenda da SystemD

    RispondiElimina
  5. @Milozzy
    Conoscendoti, penso che OB per te sia impareggiabile sul net. Cmq prova, è una concezione di desktop completamente nuova...

    RispondiElimina
  6. grande alfiere ottima recensione, cmq a me sembra molto che hanno preso l'interfaccia ultraportatile di kde e modificato il tutto con le gtk, a te non da la stessa sensazione?

    RispondiElimina
  7. @Phoenix Fire
    Vero, esteriormente assomiglia sia a Plasma Netbook che a LaunchPad di Apple. In realtà IMHO la ricerca per lanciare le applicazioni non si usa spessissimo, una volta personalizzata a dovere la dock dei preferiti (che si comporta come la SuperBar di Windows 7), quindi nell'utilizzo quotidiano si ha molto più a che fare con exposè e workspaces.

    RispondiElimina
  8. Ottima analisi!

    Il tweak tool a che punto è? È stato aggiunto da poco, contiene di già temi css per la shell?

    RispondiElimina
  9. @OberonTi ringrazio!

    Il Tweak tool è piuttosto stabile e può modificare un ampio ventaglio d'impostazioni: dal comportamento del net quando si chiude il lid ai pulsanti minimizza/massimizza sulle finestre.
    La voce per i temi css della shell è presente ma disabilitata. Al momento l'unico modo per "vestire" la shell è backuppare la cartella di default e sovrascriverla con quella del tema che si vuole.

    RispondiElimina
  10. Bravo Alfiere, ben fatto!!!

    Con questo articolo mi hai fatto venire troppo la voglia di usarla!

    Bellina, mi sembra che abbiano fatto un bel lavoro dal punto di vista dell'usabilità.
    Io però, che ho pure un 9", devo dire che alcune finestre del "system-settings" non ci stanno dentro allo schermo, costringendomi a usare alt+click per spostarle.
    Dopo un po' che l'ho usata con il solo system-monitor aperto il consumo di RAM era a 280 Mb, con firefox aperto su una pagina 350 Mb! Forse è un po' tantino per i miei gusti, anche se nel complesso sembra abbastanza fluida.
    Insomma non mi farà certo rinunciare a OB, ma un pensierino per qualcuno che conosco io che è assolutamente impacciato con i PC ce lo farò. Alla fine mi sembra che Gnome3 sia bella e usabile.

    RispondiElimina
  11. Ottimo articolo.

    Io sono passato da un po' di tempo a KDE e credi sinceramente di restarci tuttavia ho lasciato in una partizione arch+gnome per provare gnome 3 quando sarà uscito.
    L'unica nota negativa secondo me sono le icone!!! Possibile che dopo tanti anni propongano ancora queste cose pessime!!!!! =)

    RispondiElimina
  12. @AlfiereNero

    Mi conosci bene!
    Però un desktop così innovativo non può invogliare...soprattutto in ottica portatilone.
    In un sol colpo mi hai finalmente fatto capire cosa fa questa benedetta shell e passare ogni interesse per KDE :D

    Curiosità: hanno sistemato il discorso del tap a due dita sul touchpad?
    E i tempi di login da gdm a desktop caricato come sono?

    RispondiElimina
  13. Quanto a gestione energetica come se la cava rispetto a XFCE?

    RispondiElimina
  14. Grazie a tutti! Non credevo di suscitare tanto interesse... :D
    Dunque, rispondo a ciascuno:
    @Herr Affe
    Di default i font sono parecchio grandi, troppo per i piccoli 9". Impostandoli a 8, anche nel Control Center tutte le icone sono visibili.
    Per la memoria, se hai usato la live dal sito ufficiale non credo sia ottimizzata da quel punto di vista. Cmq è un fatto che non ho approfondito più di tanto.

    @Milozzy
    Si, il tap a due dita, almeno sul mio 901 funziona di default.
    Da GDM a desktop pronto è sicuramente più veloce di Gnome+Compiz e KDE, ma più lenta di Xfce o OB. Una sana via di mezzo... :D

    @Gianluca
    La gestione dell'alimentazione è piuttosto semplificata, poche opzioni allle quali si aggiungono quelle disponibili tramite Gnome Tweak Tool. Se parliamo di consumi ho avuto una piacevole sorpresa: SENZA Jupiter/Eee-control o Scripts vari a piena carica faccio quasi 5 ore e mezza in connessione 3G, luminosità al 30%, più o meno in linea con Fedora 14+Xfce+Eee-control.
    Tuttavia non credo dipenda da Gnome3, piuttosto dal nuovo sistema di gestione energetica che è in sviluppo per Fedora 15.

    RispondiElimina
  15. @Tommaso Hai ragione le icone di KDE non sono il massimo! In proposito posso consigliarti le icone Milky di Pardus e/o il tema Ember di Plasma?

    Poi fammi sapere cosa ne pensi...:D

    RispondiElimina
  16. @AlfiereNero

    Grazie Alf!
    Riguardo il tap, non parlavo tanto dell'abilitazione...quando del bug inversione tra tap a 2 dita e tap a 3 ditaper quanto riguarda l'emulazione del tasto destro del mouse...

    RispondiElimina
  17. @MilozzyLOL, non avevo colto...
    Dunque: 2 dita tasto dx, 3 dita tasto centrale.

    RispondiElimina
  18. @AlfiereNero
    azz! Nessuna possibilità di modificare nelle preferenze?
    Allora, non hanno risolto :(

    RispondiElimina
  19. @AlfiereNero

    Alfiere prova ad utilizzare Tuned-adm anziché Jupiter. L'unico tweak che di default con il profilo laptop-battery-powersave di Tuned-adm non viene avviato è la disattivazione del secondo monitor.

    http://docs.fedoraproject.org/en-US/Fedora/14/html/Power_Management_Guide/tuned-adm.html

    Così utilizzi uno strumento integrato in F14-F15 senza dover necessitare di un software terzo ;)

    RispondiElimina
  20. @Milozzy No, nessuna personalizzazione, almeno non tramite GUI.

    RispondiElimina
  21. @AlfiereNero

    Io non intendevo quelle di KDE che tutto sommato non sono poi così male. Intendevo quelle di Gnome..le sue icone di default sì che sono pessime e vedo che con la nuova versione le cose non sono cambiate.

    RispondiElimina
  22. "All'avvio ti trovi con 150 mega occupati..." O_o ok sul mio netbucco resto su OB, con 512mb di ram non me lo posso permettere. Quando avrò bisogno di usare le gtk userò XFCE (anzi sono curioso di vedere come si comporterà la prossima release di XFCE)

    RispondiElimina
  23. @Tommaso
    L'unica nota positiva sono le Symbolic per il pannello, il resto è il solito revival anni '90... Faenza e passa tutto! :D

    RispondiElimina
  24. @picchiopc
    Per esperienza posso dirti che la nuova Xfce 4.8 si comporta bene, un sacco di miglioramenti e risorse occupate analoghe alla release precedente. La usavo su Fedora 14 prima di fare il salto a Gnome3...

    RispondiElimina
  25. @Gianluca
    Conosco Tuned-adm. Nel momento in cui ho abbandonato Jupiter (diverso tempo ormai) l'ho preso in considerazione, ma da varie prove effettuate con Eee-control guadagnavo una buona ora circa d'autonomia rispetto a Tuned-adm. E' cmq un valido strumento (ce l'ho sul portatilone).

    RispondiElimina
  26. @Milozzy

    Milo, sì hanno risolto.

    Permane Xorg per il GDM e gli altri DE/WM, mentre per Gnome è stata introdotta una nuova chiave che punta ad uno script personalizzato:

    https://bugzilla.gnome.org/show_bug.cgi?id=635486

    Può sembrare una soluzione macchinosa, ma ha il vantaggio di consentire la configurazione di una moltitudine di periferiche.

    RispondiElimina
  27. @lihin

    Ciao!!
    Grazie mille!
    Ottima notizia!
    Pensando all'inversione del tap mi eri proprio venuto in mente tu :D

    Per chi ha provato con mano: il colpo di rotella del sorcio sul desktop fa finalmente cambiare spazio di lavoro? Se sì, ho esaurito domande e paure :D

    RispondiElimina
  28. Io l'ho provata più di una volta, e sinceramente non mi piace.
    A vedere gli screenshot mi sembrava tanto innovativo e "figo", ma a provarlo sinceramente mi sembra tanto macchinoso rispetto a gnome tradizionale, poi magari è solo questione di abitudine.

    Ma poi un dubbio:
    Quello che hai recensito è gnome-shell giusto?
    Quindi ci sarà un gnome 3 più simile a gnome tradizionale...oppure gnome-shell e gnome 3 sono la stessa cosa?

    RispondiElimina
  29. @Matteo
    Benvenuto! Effettivamente rispetto a Gnome 2 è un salto evolutivo, troppo diversi per fare un confronto. IMHO hanno posto le basi per qualcosa che esprimerà tutto il suo potenziale nei prossimi anni, anche perchè c'è da dire che ormai Gnome era uguale a se stesso da secoli...

    Gnome-shell è l'interfaccia che vedi negli screenshots nel post ed in giro per la rete ed è quella predefinita per Gnome 3. E' previsto un fall-back che EMULA l'aspetto di Gnome 2 in caso di hardware video non supportato a pieno oppure per scelta dell'utente.

    RispondiElimina
  30. @Milozzy
    Con il touchpad non funziona, non credo sia diverso con il colpo di rotella...
    IMHO tramite gsetting ci vuole un attimo
    Cmq perchè lo vuoi? E' una delle prime cose che disabilito in KDE... :D :D

    RispondiElimina
  31. @AlfiereNero

    Sei pazzo? Io non posso farne a meno. È una delle poche cose che mi facevano tenere compiz, una delle prime cose che mi hanno spedito su ob/lxde!

    RispondiElimina
  32. @Milozzy
    Boh, io l'ho sempre trovato inutile: se ho il desktop vuoto non mi serve cambiare workspace, se una o più finestre aperte come faccio a usare il rotellone? Trovo lo shortcut molto più comodo...

    RispondiElimina
  33. @ Alf
    Sui monitor grandi, non apro mai le finestre al massimo, proprio per lasciarmi un po' di monitor su cui usare la rondella del topo.
    Sugli eeepc, ovviamente massimizzo tutto, ma ivi NON uso il topo.
    ;-)

    RispondiElimina
  34. Con tint2 non è necessario lasciarsi alcuno spazio, si può scrollare direttamente sul pannello e si cambia desktop.

    RispondiElimina
  35. @ Herr
    Tint2 su gnome dà problemi e comunque lo stesso si può fare scendendo con il sorcio nella zona delle icone dei desktopi.
    Francamente, dai 15 pollici in su, preferisco lasciarmi uno spazio vuoto sul desktop.

    RispondiElimina
  36. Sicuramente è bello da vedere, vedremo se sarà anche pratico da usare.
    ne approfitto per qualche domanda
    1) network-manager supporta il PPPoE su rete wifi?
    2) è possibile cambiare il tema? non mi piace il tasto X troppo grande e ingombrante
    3) si può impostare di default l'opzione poweroff/sutdown? trovo scomodo dover premere ALT per fare uscire l'opzione
    4) Pino ti funziona con twitter? che versione è?

    RispondiElimina
  37. @Valantin
    Dunque:
    1-il nuovo NM è arrivato da pochi giorni, ergo non ho avuto modo di testarlo a fondo, se non con connessioni 3G... Cmq mi pare d'aver letto in rete di si.
    2-Il tema gtk? Al momento sono pronti per gtk3 solo Adwaita (quello che vedi) e Clearlooks.
    3-Al momento no. Puoi impostare il comportamento in caso di pressione del pulsante d'accensione/spegnimento, ma non il menu
    4-Pino funziona con Twitter, è la versione 0.3. Cmq c'è la possibilità di far funzionare anche la 0.2 con un piccolo trucco. Su Xfce usavo proprio Pino...

    RispondiElimina
  38. @AlfiereNero grazie per le risposte, vale la pena mettere ora fedora15? o ci manca poco per avere gnome 2.91.93 su opensuse11.4? sul net ho lasciato opensuse, ma non uso gnome-shell perchè c'è ancora la versione vecchia (probabilmente perchè solo quella è compatibile con gnome 2.32)
    se qualcuno ha un repo per installare gnome3 su opensuse11.4 gli sarei grato, almeno non devo installare una nuova distro sul net, mi stò trovando bene con suse, anche se aspetto gnome3 su debian per formattare tuttto :P

    RispondiElimina
  39. Ciao! Ottima preview! Volevo chiedere come si imposta un indirizzo ip statico??? L’opzione del networkmanager è bloccata e non c’è lo sblocco come in altre impostazioni...


    Cercando una soluzione, ho trovato sul sito di gnome3 questo screenshot http://people.freedesktop.org/~hughsient/temp/network/ControlCenterNetwork-Wireless.png che mi contraddice... bho, a me non compare il tasto in basso a sx...

    ps: io ho usato la distro live fornita da gnome3.org

    RispondiElimina
  40. @Valantin
    Considera che Fedora 15 è una quasi-beta, quindi dipende da quanta voglia e tempo hai da dedicare ad eventuali magagne. Io prima di avere un sistema funzionante ho dovuto litigare non poco ed spesso arrivano aggiornamenti deleteri per il normale utilizzo. Oggi ad esempio mi è sparito il wallpaper e Control center non tiene le impostazioni... XD
    Cmq la ISO che trovi sul sito gnome3.org è basata su openSUSE, basta guardare su quali repo s'appoggia.

    @Zlatanovich
    Ciao! Benvenuto! Quello è un mockup, la versione che ho io è un po' diversa e non c'è l'unlock. Cmq ti permette di impostarlo tramite il pulsante Opzioni in basso a dx, selezionando prima il tipo di connessione...

    RispondiElimina
  41. @AlfiereNero

    ecco appunto, il tasto opzioni in basso a dx è bloccato... :)

    RispondiElimina
  42. @Zlatanovich
    Si, anche il mio, ma solo quello del collegamento wired. Se ci infili il cavo si rianima... :D

    RispondiElimina
  43. @AlfiereNero
    Ok allora c'è un bug nella schermata con la connessione wireless... lì non si rianima! ;)

    RispondiElimina
  44. Ok giusto per guardare un pò com'è ho lavorato con gnome-shell 2.91.6 o qualcosa del genere, su opensuse, e devo dire che mi manca la barra delle applicazioni, io uso spesso applicazioni a tutto schermo, ed è scomodissimo gnome-shell per cambiare applicazione.... come pensavo gnome-shell è bello da vedere ma scomodo da usare....
    probabilmente passerò a xfce 4.8 :P aspettiamo qualche fork che utilizzi una spece di gnome-panel su gnome3
    Comincio a sperare che gnome3.0 sia il kde4.0 della situazione, e che si ritorni sulla retta via....

    RispondiElimina
  45. @Doc

    Mi riferivo a OB perché sapevo che tu lo usi überall, Pc o Netbook che sia.
    Comunque non sapevo che su Gnome dava problemi.

    RispondiElimina
  46. @Valantin
    "Comincio a sperare che gnome3.0 sia il kde4.0 della situazione, e che si ritorni sulla retta via...."
    Nooo dai... sarò di parte e ammetto che kde4 non mi entusiasma per nulla ma devo ammettere che il lavoro fatto su plasma è abbastanza interessante.
    Gnome3 o gnome shell sembra studiato per i netbook, interfaccia composta principalmente da una sola barra e in basso le notifiche...
    Che dire è una cosa che mi fa rabbrividire io anche sul netbook con ubuntu disabilito la unity... oO"
    C'è a chi piace e a chi non piace cmq concordo con te quando dici che passi a xfce 4.8, io devo dire che lo sto usando da un pò e sono abbastanza soddisfatto altro che lxde.

    RispondiElimina
  47. @Zlatanovich

    Credo che per modificare le connessioni wireless si usi ancora il vecchio connection manager (non è stato ancora scritto il nuovo). Usa nm-connection-editor da riga di comando e modifica la connessione, dovrebbe funzionare :)

    RispondiElimina
  48. @Alessandro Crismani
    Nella versione che ho io su Fedora 15 le connessioni wireless si gestiscono dal nuovo NM... IMHO è un baco nella versione presente nell'ISO che si preleva da gnome3.org

    RispondiElimina
  49. @AlfiereNero

    Bello! Mi sembrava di aver letto nella mailing list di Gnome che non era previsto per il 3.0. Avrò letto male, meglio così :)

    Grazie per la precisazione

    RispondiElimina
  50. AGGIORNAMENTO:

    da gnome3.org è possibile scaricare sia la versione basata su openSUSE che quella implementata su Fedora. Almeno uno ha più scelta... :D :D

    RispondiElimina
  51. @alfiere
    per il discorso estensioni sul wiki di archlinux è comparso questo interessante link http://www.webupd8.org/2011/04/gnome-shell-extensions-additional.html

    RispondiElimina
  52. @Phoenix Fire
    Ho installato il pacchetto aggiornato proprio ieri sera...
    Cmq da quello che so in AUR ci sono.

    RispondiElimina
  53. @Phoenix Fire
    Dimenticavo, se qualcuno vuole testarle su Fedora 15 aggiornata, le estenzioni sono qui:
    http://forums.fedoraforum.org/showthread.php?t=261189

    RispondiElimina
  54. Santiago credo che potresti aggiornare il post...ora si possono anche mettere i pulsanti minimizza-massimizza-chiudi nella barra delle schede! ;)

    RispondiElimina

Chiunque può commentare. Anzi, siete altamente incoraggiati a commentare

Se avete una miglioria o qualche consiglio che pensiate migliori la guida sarete i benvenuti. Vi sarà riconosciuto onore e verrete citati in modo doveroso. Non esitate a comunicarci dubbi e/o critiche. Le migliori guide sono quelle che si fanno insieme, ed è questo lo spirito che vogliamo mantenere.

NOTA BENE: Se avete critiche riguardo alla gestione di questo blog potete inviarle al nostro indirizzo: netbookteam [at] gmail [dot] com. Chiediamo quindi di farle in modo privato, per non generare confusione nelle discussioni tecniche che si trovano qui nei commenti. Grazie.