venerdì 17 settembre 2010

EeePc: Come ricreare una partizione EFI

Questa è una guida che spiega come ricreare una partizione EFI, eventualmente cancellata, su un Eeepc, in modo di riavere la voce Boot Booster nel bios, e dunque un avvio più veloce.

Molte persone, all'ora d'installare un sistema operativo nel loro netbook - nel nostro caso una qualunque distribuzione linux - se ne rendono conto, o forse no, che c'è una "partizione sconosciuta" dentro il disco dell'EeePC (o del netbook). Molto probabilmente si tratta della partizione EFI.

Una cosa che molti fanno, per spianare la strada, è cancellare tutto, compresse quelle partizioni, e installarci sopra la nuova distribuzione. Male.

La partizione EFI serve al bios per caricare certi parametri e rendere l'avvio più veloce. Ora vedremmo come ripristinarla.

Ho un Eeepc 901 con 2 dischi, uno di 4 giga(sda) e l'altro di 16(sdb)

1 - Bisogna avviare il pc da una versione live, qualunque distro va bene.

2 - Con gparted creare una partizione, nel sda, primaria di 8 Mb (7,83 effettivi, con opzione rounded cilider attivata) e dargli il formato "unformated". Io l'ho creata alla fine del disco.
PS: per alcuni Eeepc "nuovi" (modelli 1000) la partizione è di 20Mb. Tuttavia non ho mai ricevuto problemi con 8 Mb, quindi potete scegliere.

3- Dopo di che aprite il terminale e digitate:
sudo fdisk /dev/sda
poi digitate: p
premette enter.
vedrete una lista di questo tipo:
Dispositivo Boot Start End Blocks Id System
/dev/sda1   *   1   489   3927861   83   Linux
/dev/sda2    490   490   8032+   83   Linux
La cosa più importante è la riga della partizione che avete creato, in questo caso la seconda riga /dev/sda2, e poi sempre dentro quella riga la colona id e System, o sia i valori "83" e "Linux". Gli altri valori possono essere diversi.

4 - una volta individuata la partizione in questione, ci interessa il numero, in questo caso 2, derivante appunto da sda2, possiamo convertirla in EFI.

Digitate: t
Poi il numero della partizione: 2
E infine: ef
Premette ancora: p
ora dovrete vedere una lista del genere:
Dispositivo Boot Start End Blocks Id System
/dev/sda1   *   1   489   3927861   83 Linux
/dev/sda2    490   490   8032+   ef   EFI (FAT-12/16/32)
Come potete vedere i valori evidenziati in rosso sono cambiati.

5 - Premette infine: w
una volta finita la procedura riavviate e entrando nel bios dentro la scheda boot potrete abilitare la voce Boot Booster.

-------------------

Un'altra via

Esiste un'altro modo, più veloce, ma con meno conferme. Da usare solo se siete sicuri o un po' più esperti.
- Dopo aver eseguito il punto 2, se siete sicuri quale sia la partizione, potete aprire il terminale e digitare:
sudo sfdisk --change-id /dev/sda X ef
dove X sta per il numero della partizione, nel mio caso sarebbe stato 2.
Et voilà.. fatto ;)

34 commenti:

  1. ciao,
    ho letto con interesse il tuo articolo, rientro tranquillamente nella tipologia di utenti che ha cancellato per distrazione o superficialita la part. EFI, prima di ripristinarla ho verificato nel menu del boot se travavo una voce per abilitare il B.M. ma non c'è, mi sai dare qualche consiglio in merito, ho un asus 1000h con installato ubuntu 10.04,
    grazie per l'attenzione e dei consugli

    RispondiElimina
  2. @faubab
    Ricrea la partizione EFI come indicato in guida e la voce nel bios ricomparirà come per magia. ;)

    RispondiElimina
  3. @faubab
    Ciao! beh un consiglio che posso darti è quello di disinstallare Ubuntu XD

    Scherzo :) (ma anche no...)

    Dunque, seriamente, non ho capito cos'è il B.M. (intendevi li Boot Booster?) Se sì, allora ti consiglio di seguire questa guida tranquillamente.

    Io ho un Eeepc 901 che è il modelo anteriore al tuo, so per certo che anche il tuo dovrebbe avere la voce boot booster. Quindi ti basta seguire questa guida.

    Dando questo comando: sudo fdisk -l o usando gparted vedrai quante partizioni hai. Se hai meno di 4 puoi tranquillamente fare spazio per la partizione EFI.

    devi solo accertarti che la partizione sia primaria come indicato nel punto 2.

    hai il disco molto partizionato?

    RispondiElimina
  4. allora sul hd ho 2 so ubuntu e mint, una part. per la swap e una per la home, ma una per EFI la trovo, pensavo di trovare nel bios una voce da abilitare...farò come dire.
    complimenti per le guide, ho trovato interessante quella per l'installazione di debian quando troverò un po di coraggio la proverò :-))))))
    grazie ancora, buona vita

    RispondiElimina
  5. @faubab
    Debian non è da "provare". Debian è come i diamanti: è per sempre! ;-)

    RispondiElimina
  6. Coff...Coff (non sapevo come de-scrivere un colpettino di tosse polemico) :D

    RispondiElimina
  7. @Docmahahahahah come dare torto a Doc
    lo dico sempre anche io, una debian è per sempre, mi son fatto tante amanti ma alla fine si torna sempre da mamma Debian :P

    @faubab io ho il tuo stesso modello, se ripristini la partizione riappare l'opzione nel bios, vai tranquillo.
    che versione di mint hai?
    se quella basata su ubuntu (mint9) tanto vale eliminare una delle due,se l'ultima nata LMDE hai già Debian :D

    RispondiElimina
  8. @Valantin
    Ok, abbiamo capito che ti piacciono le mamme attempatelle come a Doc... :D

    RispondiElimina
  9. @AlfiereNero LOL ma se debian è sempre la più sexy XD, che poi tra un pò di tempo si rifà il look con il nuovo pinguino :D

    al massimo c'è il clone giovane LMDE per chi nn si accontenta XP

    RispondiElimina
  10. @Valantin
    Nah, come puoi notare io sono molto più RPMistico... Cmq se proprio dev'essere Debian che almeno sia Sid + KDE! :D

    RispondiElimina
  11. @AlfiereNero
    Mi permetto una piccola correzione.

    Sid è aggiornata rispetto alla testing di circa un mese e risente allo stesso modo degli effetti dei periodici freezes.

    Se vuoi qualcosa di VERAMENTE aggiornato, che contiene quello che nel mondo debian è ancora upstream (kernel e tutto il resto) e che è una rolling a tutti gli effetti, devi ricorrere ad Aptosid, che peraltro, essendo orientata su kde, risponde pienamente ai tuoi requisiti.

    Piccola nota: provata in live, ho scoperto con piacere che dispone di drivers opensource per la mia scheda wifi (Broadcom Corporation BCM4318), che non sono ancora entrati nei repos ufficiali. Speriamo arrivino presto!

    RispondiElimina
  12. @Doc
    Aptosid, da quello che so, si basa ANCHE (o soprattutto) sui repo di Sid, quindi immagino che ne segua sviluppi ed aggiornamenti... O sbaglio?

    RispondiElimina
  13. @AlfiereNero
    Usa DUE soli repositories, quello di Sid e quello suo proprio, che evidentemente ha la priorità.

    Due esempi:
    1) su sid c'è il kernel 2.6.32, su aptosid il 2.6.35

    2) su sid c'è KDE 4.4.5, su aptosid la 4.5.1

    Dunque, nel repo proprio hanno messo tutto quello che su debian è o negli experimental o ancora upstream.

    RispondiElimina
  14. @Doc
    Allora non è vero che Sid è più aggiornata di Fedora! :-P
    Scherzi a parte, mi pare decisamente interessante la ormai ex-Sidux, un modo facile e veloce per installare una Sid+KDE ultra aggiornata...

    RispondiElimina
  15. @Valantin
    ciao, grazie per l'incoraggiamento, per mint si ho la 9 basata su ubuntu, allora una domanda per installare la LMDE posso usare lo stesso procedimento usato con la 9: scarico la iso e la scivo sulla penna usab.
    per questa operazione ho usato unetbooting, posso usarlo anche con la LMDE????????

    RispondiElimina
  16. @AlfiereNero
    Concordo, ma... peccato che sia kde!!!

    Tuttavia, ancora una precisazione: attualmente c'è il freeze e questo spiega il perché del rallentamento della sviluppo della testing e di sid.
    Ne riparliamo quando squeeze verrà rilasciata! :D

    In breve, debian in nessuno dei suoi rami tecnicamente è una rolling, ma in pratica è come se lo fosse.
    Tra l'altro, mi sta solleticando l'idea di fissarmi sulla stable, almeno sul pc di casa.
    Ma questo è un altro discorso...

    RispondiElimina
  17. @faubab
    Al 99% non dovresti avere problemi. Mi tengo l'1% di margine perchè non ho mai provato personalmente con LMDE! :D Cmq vai tranquillo...

    RispondiElimina
  18. @Doc i driver opensource per broadcom sono quelli sviluppati dalla stessa broadcom e sono integrati nel kernel a quanto ne sò, ovviamente ad un update del kernel conseguirà l'ingresso dei driver per le suddette schede (era ora che broadcom si decidesse XD)
    per quanto riguarda aptosid nn l'ho mai provata per via di KDE, ma dovrebbe essere basata anche su experimental, se non erro il kernel .35 è in extperimental ma con il pinning non sono riuscito ad installarlo (nn sono molto pratico ancora, lo uso veramente da poco e poco)
    per quanto riguarda il freez son ben felice di vedere nelle tue parole le stesse che qualche settimana ho detto anche io altrove, almeno nn sono pazzo XD

    @AlfiereNero fedora mi stuzzica, ma non riesco a star lontano da debian, però KDE IMHO è uno schifo :P (ovviamente i gusti son gusti, a me piace GNOME-SHELL....)
    aptosid fa in modo migliore e più pesante un pò quello che ha fatto mint con testing, si basa sui repo Debian e in più ci aggiunge uno suo con priorita maggiore (e già è configurato il pinning XD) dove inserisce eventuali tools e script dedicati alla propria distro. se non fosse per kde l'avrei provata anche io in più occasioni

    @faubab l'installer di LMDE è differente da quello di debian, scritto adhoc, ma è davvero alla ubuntu, avanti avanti avanti e hai installato.
    ti trovi un pò troppe cose già li, ma basta levare il superfluo e la snellisci, io l'ho scelta perchè mi ha sempre affascinato l'aspetto di mint, ma la evitavo per via di ubuntu :P

    @All scusate l'OT scatenato XD

    RispondiElimina
  19. @Doc
    Oi Doc, se vuoi una Stable puoi usare Ubuntu LTS!

    =P =P =P

    RispondiElimina
  20. @Valantin
    Broadcom ha aperto i driver, ma non sono ancora integrati nel kernel... Forse con il 2.6.36
    KDE fa un brutto effetto a chi arriva da Gnome (pure a me) troppe opzioni e features, ma ti garantisco che puoi cucirtelo addosso come un guanto... Pensa come vuoi il tuo DE e difficilmente kde non potrebbe adattarsi.

    RispondiElimina
  21. @Valantin
    In verità, in verità ti dico che esiste un pacchettino apposito da installare per avere quei drivers opensource, di cui non ricordo il nome. Li cercai appositamente nella live.

    Tuttavia, ti devo smentire: non ho mai visto una live avviarsi così velocemente (sotto i trenta secondi!!!!). Eppure, Aptosid ci riesce, con la sua KDE!

    Per il resto, confermi quanto detto da me.
    Se hai bisogno di aiuto con il pinning del kernel .35, basta che fai un fischio. Tuttavia, io non ho sentito alcuna esigenza di fare l'upgrade.
    D'altra parte, su una testing avrei un po' di remore a mettere un kernel experimental, ma solo per mie paranoie.

    Infine, Fedora NON è una rolling e l'upgrade di versione ha dei limiti, anche se certo funziona infinitamente meglio di quello marrone.

    RispondiElimina
  22. @Santiago
    Devo desumere che ti sei Ubuntizzato e che il tuo blog è solo una facciata? :D

    RispondiElimina
  23. @AlfiereNero

    ahhahahha naaa scherzavo, pensavo si capisse. =P

    RispondiElimina
  24. @alfiere, nn ho detto che KDE è uno schifo a prescindere, ma per me si, mi affascina ma nn mi soddisfa quanto gnome, sarà l'abitudine sarà che mi piace gnomepanel ? nn lo so ma nn riesco a rinunciare a gnome, e gnome-shell mi piace ancora più XD

    @doc se ti riferisci a "lo fà in modo più pesante" nn intendevo pesantezza di distro ma come personalizzazione che vanno più a fondo con più pacchetti propri

    per quanto riguarda i driver, forse mi sbaglio e devono essere introdotti nella .36 e quindi attualmente si usa un pacchetto a se :)

    per quanto riguarda il pinning, nn ho approfondito proprio perchè nn ho tutta questa priorità, il pinning l'ho usato perchè mi interessava decisamente più avere chromium dai repo di sid, e fino ad ora nn avevo sentito nemmeno questa necessità, ma lo hanno eliminato dai repo testing e quindi mi è servito :D

    RispondiElimina
  25. @Valantin
    Tranquillo, non sono un fanatico, ho usato Gnome per anni... A conferma posso dirti è che il mio kde è configurato in pieno stile gnomo-minimal, ma con tutta la flessibilità di kde

    Concordo per gnome-shell, anche se la strada da fare è ancora tanta.

    RispondiElimina
  26. @Valantin

    ho fatto tutto: ripristinato partizione EFI con B.B. e installato mint debian, ma ho bisogno di una mano, non riesco a cambiare l'impostazione della lingua, non trovo l'applicazione per scaricare i pacchetti per la lingua italiana.......
    grazie a tutti in anticipo
    buona vita

    RispondiElimina
  27. @faubab
    Se usi Mint Debian puoi consultare la guida di Doc per i caratteri. Sicuramente ci sono le dritte perché Doc non lascia niente al caso :D

    Qui è un po' offtopic, si parla solo di partizione EFI. :)

    RispondiElimina
  28. @faubab
    Se ho ben capito, hai il sistema inglese e lo vuoi rendere italiano....
    Ovviamente, ti consiglio di guardare nella documentazione di mint stessa o di installare Debian, che a questo punto mi pare la cosa più facile.

    Nel frattempo, non ti costa nulla provare un
    dpkg-reconfigure locales
    dato da root.

    RispondiElimina
  29. @faubab
    Dimenticavo: seleziona, dopo il comando, la voce "it_IT.UTF-8 UTF-8"

    RispondiElimina
  30. @faubab bhe ma hai scelto la lingua italiana durante l'installazione? a me è tutto italiano tranne ff e tb, ma basta installare i pacchetti per la localizzazione italiana....

    scusate l'OT

    RispondiElimina
  31. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  32. Ho ripristinato la partizione EFI seguendo la procedura indicata nell'articolo, tuttavia, nonostante l'opzione del Bios riferita al Boot Booster risulta abilitata, l'avvio del mio eeepc non risulta essere rapido. Il messaggio "boot booster doesn't work this time" ricompare ogni qual volta SPENGO ed avvio il computer. Tengo a precisare che, senza apportare alcuna modifica, il Boot Booster funziona se riavvio il sistema (Reboot): anche premendo Ctrl+Alt+Canc una volta giunti al GRUB. Quale potrebbe essere la causa?

    RispondiElimina
  33. Io ho un netbook asus eeePc 1225B .... per problemi a windows ho deciso di installare ubuntu (e, come dite voi qua, ho cancellato tutte le partizioni ...) Ho provato a installare Ubuntu ormai 4 o 5 volte, da ieri notte, sia con una live della 12.04.03 che 13.10. Ho provato a cancellare le partizioni con gparted, a crearle manualmente, a farle creare da solo al programma di installazione, a cancellare e ricreare la tabella delle partizioni, a formattare con gestore dischi (da live) dicendogli di formattare con schema MBR .... Il problema è: dopo che finisce l'installazione del SO si pianta in fase di spegnimento (non ricordo se me lo ha fatto tutte le volte) e al riavvio, questo è il problema serio, mi viene fuori il messaggio (non lo ricordo con esattezza) che sul Disco C non c'è sistema operativo, di inserire un disco di boot valido e riprovare ... Sembra che non mi veda + il disco .... Cosa ho combinato ?? Dipende dalla partizione efi ?? (sono nella cacca, sto pc mi serve anche per lavorare e non ho soldi per comprarmene uno nuovo ...) Il bello è che ho sistemato il computer di un'amica, poco tempo fa (sto usando questo adesso) montandogli un disco nuovo perché l'altro aveva tanti settori danneggiati, e pur essendo un disco nuovo di fabbrica (un SSD) l'ho montato e installato Ubuntu senza particolari problemi .... Questa cosa della partizione EFI è una particolarità dei Netbook? Non sono pc normali ?? Help ...

    RispondiElimina
  34. vedo che il forum non e troppo aggiornato sto usando linux mint 17 forum majorana di gela su pc fisso
    e dopo aver seguito la guida di questo forum perche avevo cancellato partizione efi installato anche su asus eee pc 1001 ha.devo dire grazie per l'aiuto

    RispondiElimina

Chiunque può commentare. Anzi, siete altamente incoraggiati a commentare

Se avete una miglioria o qualche consiglio che pensiate migliori la guida sarete i benvenuti. Vi sarà riconosciuto onore e verrete citati in modo doveroso. Non esitate a comunicarci dubbi e/o critiche. Le migliori guide sono quelle che si fanno insieme, ed è questo lo spirito che vogliamo mantenere.

NOTA BENE: Se avete critiche riguardo alla gestione di questo blog potete inviarle al nostro indirizzo: netbookteam [at] gmail [dot] com. Chiediamo quindi di farle in modo privato, per non generare confusione nelle discussioni tecniche che si trovano qui nei commenti. Grazie.