sabato 11 settembre 2010

Guida all'installazione di OpenSuse 11.3 su Eeepc

Pronti ad entrare nel mondo del geko? Spero di si, perchè con questa guida vediamo come poter installare l'ultima release di casa Novell sul nostro eeepc preferito. OpenSuse è sempre stata caratterizzata dal fatto di essere costruita tutt'intorno a Yast, onnipotente factotum che i fan della verdona conoscono bene. Integrazione è la parola d'ordine e l'interfaccia grafica tutto può ed a tutto provvede: welcome to OpenSuse 11.3...


La guida è stata testata durante l'installazione e l'ottimizzazione sul mio eeepc 901go. Ho avuto la possibilità di installare anche su altre macchine, ma non su altri modelli di eeepc, quindi fate la dovute ricerche e/o richieste in caso di modelli diversi e/o particolari. In ogni caso declino ogni responsabilità in caso di problemi, danni o alluvioni.

Preparazione:
Scarichiamo la ISO Live di Opensuse 11.3 dal sito ufficiale: http://software.opensuse.org/113/it
La mia scelta è ricaduta sulla versione 32bit con Gnome.

Nonostante ritenga il desktop KDE di Opensuse il migliore come implementazione, sconsiglio la versione KDE sia per una maggior richiesta di risorse (quindi minor autonomia) che per un'incompatibilità con alcuni programmi necessari ad ottimizzare l'eeepc.

Tranne questo dettaglio, la guida è valida anche se doveste scegliere KDE come DE.

Ora andiamo a creare una chiavetta live usb, consiglio da almeno 2Gb.
ATTENZIONE: tutti i dati sulla chiave usb andranno persi, fate tutti i debiti backup nel caso ci siano dati da conservare!

L'operazione è semplice, ma ATTENZIONE A COSA FATE! L'OPERAZIONE PUÒ CANCELLARE TUTTI I DATI PRESENTI SULLA MACCHINA SU CUI OPERATE!
Da terminale root:
Codice:
dd if=/path/to/iso/openSUSE-11.3-GNOME-LiveCD-i686.iso of=/dev/sdX bs=4M;sync
ATTENZIONE:
dopo “if” inserite il percorso esatto della ISO che avete scaricato, mentre dopo “of” mettete il punto di mount esatto delle pennetta usb che avrete già inserito. Tipicamente sarà /dev/sdX (quindi senza numeri) dove al posto di X ci sarà una lettera.
Per essere sicuri date un
Codice:
ls -l /dev/disk/by-label/
in modo che vi restituisca la lista delle memorie removibili montate.
Una volta che vi siete sincerati di aver CORRETTAMENTE digitato il comando procedete con l'invio.
Al termine del processo dovreste vedere un breve riepilogo con tutti i dati ed il terminale pronto.

Se tutto è andato come deve, ora possiamo riavviare il nostro eee...

Installazione:

A macchina spenta, inserite la chiavetta usb nell'eeepc ad avviate. Non appena acceso premete il tasto Esc in modo da avere la lista di tutti i dispositivi avviabili. Ovviamente selezionate la chiavetta usb su cui avete creato la live avviabile.

Arriveremo al menù di grub, da cui possiamo lanciare la Live. Tramite il tasto F2 possiamo fin da ora selezionare la lingua italiana, in modo da trovare un desktop più confortevole già al primo avvio.
Ora selezionate Opensuse Live (GNOME) e proseguite.

Dopo qualche istante dovreste trovarvi davanti al desktop di Opensuse, dal quale possiamo lanciare l'installer Yast tramite l'apposita icona sul desktop “Live Installer”.

La prima operazione da fare è selezionare la Lingua, il layout della tastiera ad accettare la licenza d'utilizzo. A cose fatte click su Avanti

Adesso dovremo regolare ora e fuso orario. Anche qui Avanti appena pronti

Ora ci troviamo davanti al menù per il partizionamento.
Opensuse, di default è impostato per utilizzare tutto il vostro HD, quindi cancellerebbe tutte le partizioni (Linux e non Linux) e creerebbe 3 nuove partizioni:
-partizione root
-partizione /home
-partizione /swap

ATTENZIONE: gli eeepc hanno una partizione EFI per abilitare il booster boot. Se non volete perdere questa feature dovrete cliccare su "Edit partition setup" e fare in modo di preservare la relativa partizione VFAT (dovrebbe essere di poche decine di mb).

OPZIONALE: se come me, avete un disco SSD, è bene eliminare la partizione si swap. Basta che clicchiate su “Edit partition setup” e, nella finestra che si presenta, eliminare la partizione di swap prevista. A seguire aumentate la dimensione della partizione /home in modo da sfruttare tutto lo spazio disponibile sul disco.

Ora, che abbiate lasciato tutto com'è o personalizzato il layout del partizionamento, quando pronti cliccate su “Avanti”

Yast vi chiederà i dati per la creazione di un nuovo utente. Inserite tutti i dati del caso, ricordandovi che la password che inserirete sarà utilizzata sia per accedere al login (nel caso deselezioniate Autologin) che come password di root.

A cose fatte cliccate su Avanti.
Partirà l'installazione. Non è una procedura rapidissima, quindi mettetevi comodi. Al termine vi verrà richiesto di riavviare il vostro eeepc... Sapete cosa fare, vero?

Abilitazione repo consigliati ed aggiornamento.

Il bello di Opensuse è che si può praticamente fare tutto da Yast, quindi la prima cosa da fare una volta riavviato il nostro eee è quella di abilitare i repo più utili.
Avviamo Yast (vi verrà chiesta la password di root) e seguiamo le seguenti voci nei menù:

software > Repository del software > Aggiungi > Repository della comunità

A questo punto vi consiglio i seguenti, ma è ininfluente ai fini di questa guida:

- Tutti i “Non-free” (dovrebbero essere già abilitati)
- Contrib (software di terze parti)
- Packman (repo sterminato dove trovare praticamente tutto)
- VideoLan (VLC e relativi codec)

ATTENZIONE: Non fatevi prendere dalla foga di aggiungere repo, Opensuse è piuttosto ostica da questo punto di vista e rischiate di creare quello che gli utenti del geko chiamano “repo-hell”.
I repo che ho segnalato coprono il 99% delle esigenze: utente avvisato mezzo salvato...

Una volta confermati i repo aggiunti (per ciascuno vi verrà chiesta l'importazione della firma GPG) chiudete pure Yast.

Da terminale lanciamo:
Codice:
sudo zypper ref && sudo zypper up && sudo zypper dup
Il processo di aggiornamento, oltre a scaricare i pacchetti più recenti installerà:
- l'ultima versione della JVM di Sun/Oracle (dovrete accettare la relativa licenza)
- il plugin Flash di Adobe
- i caratteri TrueType di Microsoft
- eventuali pacchetti lingua mancanti

Attendete che l'operazione venga portata a termine.
NB: può succedere che, a seconda della versione presente sui repo, vi venga chiesta l'autorizzazione per il cambio di fornitore. Confermate in ogni caso, questo accade perchè abbiamo lasciato tutti i repo con la stessa priorità.

Ottimizzazioni e programmi consigliati:

Una cosa da fare è ridurre la grandezza dei caratteri in:
Sistema > Preferenze > Aspetto > Tipi di Carattere.
Sul 9” dell'eeepc penso che la scelta ottimale sia 8.

Sistemiamo il problema del bios Seven-compatibile:
su -
ed a seguire
gedit /boot/grub/menu.lst
inseriamo la solita dicitura acpi_osi=Linux, in modo che il risultato sia simile al seguente:
###Don't change this comment - YaST2 identifier: Original name: linux###
title openSUSE 11.3
root (hd0,4)
kernel /boot/vmlinuz-2.6.34-12-default root=/dev/sda5 splash=silent quiet acpi_osi=Linux showopts vga=0x314
initrd /boot/initrd-2.6.34-12-default

EEE-Control
Lanciate Firefox ed inserite il link sottostante:
http://software.opensuse.org/search?q=e … mp;lang=it
vi troverete davanti a quello che viene chiamato 1-click-install. Cliccate senza paura...
Contemporaneamente aggiungerete il repo dedicato ed installerete l'utility voluta. Comodo no?

VLC (lettore multimediale con tutti i codec a corredo, consigliatissimo...)
sudo zypper in vlc

Lock-keys-applet (applet per il pannello con l'indicazione nel Num-Caps-Scroll Lock)
sudo zypper in lock-keys-applet

Ora riavviamo il nostro eeepc. Se tutto è andato per il verso giusto dovreste vedere nella tray di gnome l'icona di Eee-control.
Tasto destro del mouse > Preferenze
e spuntiamo le voci:
- Controllo intelligente della ventola
- Modalità powesave se alimentato a batteria

Buona Opensuse 11.3!!!!

Aggiornamento del 7/10/2010

Qui trovate il one-click-install per avere l'interfaccia di "Smeegol 1.0" sulla vostra nuova e fiammante OpenSUSE 11.3 :
http://download.opensuse.org/repositories/Meego:/Netbook/openSUSE_Factory/GoblinUI.ymp

Cliccate, installate e riavviate per avere il vostro nuovo tesssssssooooooorrroooo... :D

12 commenti:

  1. Ciao ragazzi volevo mettervi al corrente di un problema con l'inserimento dei commenti il il Browser Opera,infatti per commentare sono dovuto andare su Chromium e poi vorrei proporvi in futuro se fosse possibile sotto le guide inserire due tastini per creare una versione pdf ed una versione stampabile delle guide.

    RispondiElimina
  2. @Lazy
    Riguardo Opera lascio la parola a Santiago, è lui che si occupa della gestione "tecnica" del blog...per quanto riguarda i pdf puoi sempre ricorrere alla stampa su file ;)

    RispondiElimina
  3. Posso mostrarti un esempio di ciò che intendo postando il link di un'altra guida da un altro sito che invece ha queste due funzioni per farti vedere cosa intendo?

    RispondiElimina
  4. Ciao Lazy benvenuto. Sono Linux@to, ma ho la brutta abitudine di cambiare nick spesso :D
    per quanto riguarda Opera cercherò di capire il problema, ma lo dico con umiltà, anche se sono io colui che si occupa maggiormente della parte tecnica, ci capisco ben poco :( ... infatti appena finisco gli esami provo opera e vedo se riesco a risolvere. Ti ringrazio tantissimo cmq per aver fatto presente il problema.

    Per quanto riguarda il PDF penso si possa fare, ma con qualche supporto a siti esterni che convertano i pdf. Cmq se vuoi mandaci il sito di cui parlavi qui: netbookteam at gmail dot com
    Anche qui ci guarderò appena ho tempo, l'idea non è per niente male, ci consultiamo con gli altri e se gli pare bene a tutti possiamo farlo ;)

    Nel frattempo puoi fare come ha suggerito Milozzy, scegli Stampa ma non lo stampi veramente, semplicemente clicchi l'opzione: stampa su file.. salvi come pdf ed è già qualcosa :)

    RispondiElimina
  5. Vi ho inviato la mail

    RispondiElimina
  6. @Lazy
    Per curiosità questo commento l'ho fatto con Opera (che uso)... Come vedi nessun problema.
    Ad ogni modo, benvenuto! :D

    RispondiElimina
  7. Non accade sempre ma ogni tanto mi è successo che con Opera non mi facesse neanche cliccare "Commenta come" per scegliere come postare...cmq al momento sembra andare anche a me,vi farò sapere se il problema era momentaneo o si ripete...

    RispondiElimina
  8. Aggiornamento: inserito one-click-install per interfaccia Smeegol.

    RispondiElimina
  9. @AlfiereNero
    essendo seminuovo di opensuse, se dovessi installare smeegol, come farei a tornare a gnome?

    sono curioso di vedere le modifiche fatte da suse all'interfaccia di moblin..... anche perchè suse ha sempre cura dei dettagli, per questo mi è sempre piaciuta

    RispondiElimina
  10. @Valantin

    Non ho ben capito se vuoi installare SMeegol o l'interfaccia su una Suse già esistente. In questo caso al momento del login ti basta selezionale al GDM Gnome oppure Meego-UX (o voce analoga)

    RispondiElimina
  11. @AlfiereNero
    mi riferivo proprio a questo, quindi mi apparirà gdm e non un login automati.....

    cmq stò rpovedendo alla scrittura di una script per l'acpi per il momento gestisco bt cardreader camera risoluzione(pan+scale) system-monitor SHE connessione disconnessione AC per il cambio della modalità SHE
    il prossimo passo sarà utilizzare un file di configurazione per gestire i vari tasti

    spero che sarà utile a qualcuno, semplicemente uno script acpi più semplice di quelli che si trovano in giro

    RispondiElimina
  12. @Valantin
    No, se hai l'autologin abilitato ti ritroverai sempre in Gnome. Dovrai chiudere la sessione ed al login selezionare Meego-UX.

    Ottimi gli scripts, se e quando vuoi condividerli sei il benvenuto! :D

    RispondiElimina

Chiunque può commentare. Anzi, siete altamente incoraggiati a commentare

Se avete una miglioria o qualche consiglio che pensiate migliori la guida sarete i benvenuti. Vi sarà riconosciuto onore e verrete citati in modo doveroso. Non esitate a comunicarci dubbi e/o critiche. Le migliori guide sono quelle che si fanno insieme, ed è questo lo spirito che vogliamo mantenere.

NOTA BENE: Se avete critiche riguardo alla gestione di questo blog potete inviarle al nostro indirizzo: netbookteam [at] gmail [dot] com. Chiediamo quindi di farle in modo privato, per non generare confusione nelle discussioni tecniche che si trovano qui nei commenti. Grazie.