domenica 5 settembre 2010

GUIDA ALL'INSTALLAZIONE DI FEDORA 13 SU EEEPC

La presente guida aiuterà tutti i virtuosi e puri di cuore (vabbè, anche tutti gli altri...) ad installare l'ultimo rilascio di Fedora 13 "Goddard" sui vostri netbooks, con un occhio di riguardo agli eeepc.
La distro sponsorizzata da RedHat è da sempre il motore dell'innovazione nel mondo linux e spesso e volentieri quello presente oggi in Fedora verrà poi utilizzato anche dalle altre distribuzioni. Quindi, se avete voglia di installare nei vostri netbooks l'avanguardia della tecnica, continuate a leggere e benvenuti nel mondo di Fedora...


La guida è stata testata durante l'installazione e l'ottimizzazione sul mio eeepc. Ho avuto la possibilità di installare anche su altre macchine, ma non su altri modelli di eeepc, quindi fate la dovute ricerche in caso di modelli diversi e/o particolari.
Proprio in quest'ottica consiglio di farsi un giro sul wiki di Fedora che contiene le tabelle di compatibilità con buona parte dei modelli in commercio:
Ovviamente non mi prendo responsabilità in caso di danni ai vostri pc.

PREPARAZIONE

Scarichiamo la ISO Live di Fedora 13 dal sito ufficiale

La mia scelta è ricaduta sulla versione Live a 32 bit con Gnome

Ora andiamo a creare una chiavetta live usb, consiglio da almeno 2Gb.

ATTENZIONE: tutti i dati sulla chiave usb andranno persi, fate tutti i debiti backup nel caso ci siano dati da conservare!

A questo punto propongo 4 alternative:

CONSIGLIATO
utilizzo di Unetbootin per la creazione di una chiavetta live, funzionante nelle distribuzioni maggiori

PER WINDOWS
download ed utilizzo dell'utility per Windows da qui :

PER ESPERTI
utilizzo del buon vecchio comando "dd" da terminale di root
dd if=F13-Live-i686.iso of=/dev/sdX bs=8M
ATTENZIONE: dopo "if" dovrete inserire il percorso ESATTO del file .ISO e dopo "of" il percorso esatto su cui è stata montata la penna usb.
Al posto di X dovrete inserire la lettera appropriata, determinabile tramite il comando
ls -l /dev/disk/by-label/

PER UTENTI FEDORA
installazione ed utilizzo dell'utility liveusb-creator su un'installazione preesistente di Fedora (dalla 11 in avanti) tramite il comando
su -c 'yum install liveusb-creator'

Quale che sia la vostra scelta, il risultato è comunque quello di creare una live avviabile sulla chiave usb, per cui è ininfluente sul proseguio di questa guida.

INSTALLAZIONE

A macchina spenta, inserite la chiavetta usb nell'eeepc ad avviate. Non appena acceso premete il tasto Esc in modo da avere la lista di tutti i dispositivi avviabili. Ovviamente selezionate la chiavetta usb su cui avete creato la live avviabile.

Conto alla rovescia del boot automatico e, se tutto va come deve, ci ritroviamo davanti alla schermata di login di Gnome. Prima di autenticarsi, è bene reimpostare sia la lingua che il layout della tastiera su “Italiano”, in modo da ritrovarsi poi le stesse impostazioni in fase di installazione.

Ora che siamo sul desktop di Fedora 13 Live, lanciamo l'installer Anaconda tramite l'apposita icona “Installa sul disco rigido”.

Anaconda è molto minimale, molte impostazioni andremo a specificarle più avanti.
La prima scelta che ci offre sono le voci:
-Basic Storage Devices (di default)
-Specialized Storage Devices
Lasciate tutto com'è e proseguite...

Ora ci verrà richiesta la password di root. Differentemente da Ubuntu, Fedora non utilizza “sudo”, quindi password di root e password utente possono essere diverse. Una volta inserita e riconfermata proseguite.

A questo punto dobbiamo scegliere il tipo d'installazione.
Lasciate tutto invariato, ma spuntate la voce “Rivedere e modificare lo schema di partizionamento”. Questo per consentirvi di eliminare la partizione di swap nel caso non la riteniate necessaria (se ad esempio avete un SSD) e per mantenere la partizione EFI che viene utilizzata per il boot booster sugli eeepc.

Dopo tutte le conferme del caso, dovrebbe partire il processo di installazione. Lasciatelo concludere , vi verrà confermata l'installazione e richiesto il riavvio del vostro eee

PRIMO AVVIO:

Al primo avvio di Fedora 13 vi verrà chiesta:
- l'accettazione della licenza
- la creazione dell'utente
- l'impostazione di data ed ora
- la richiesta di invio dei dati della vostra macchina a fini statistici (anonima e comunque declinabile)

Ponete particolare attenzione alla creazione dell'utente, infatti la password che sceglierete sarà quella richiesta al ogni Login.

A procedura conclusa dovreste ritrovarvi alla schermata di login di Gnome. Scegliete l'utente appena creato, inserite la password... e benvenuti in Fedora 13!!

Tranne alcuni modelli (gli eee che necessitano di driver proprietari, per i quali sarà necessario utilizzare un cavo ethernet), la scheda wireless del vostro eee dovrebbe essere gestita senza problemi, quindi potrete collegarvi ad un eventuale hotspot ed avere accesso al web.

INSTALLAZIONE REPO ESTERNI ED AGGIORNAMENTO:

La prima cosa da fare è abilitare i repo Rpmfusion per avere accesso a tutti i codec e quant'altro ci serva, visto che molte cose non sono presenti nei repo “Fedora” per questioni di licenza.
Lanciamo il terminale e digitiamo:
su -c 'yum localinstall --nogpgcheck http://download1.rpmfusion.org/free/fedora/rpmfusion-free-release-stable.noarch.rpm http://download1.rpmfusion.org/nonfree/fedora/rpmfusion-nonfree-release-stable.noarch.rpm'
Verrà richiesta la password di root specificata al momento dell'installazione. Inseritela e proseguiamo.

Ora andiamo ad aggiungere i repo ufficiali per Adobe Flash
su -c 'rpm -ivh http://linuxdownload.adobe.com/adobe-release/adobe-release-i386-1.0-1.noarch.rpm'
su -c 'rpm --import /etc/pki/rpm-gpg/RPM-GPG-KEY-adobe-linux'

Aggiungiamo i repo per Jupiter, il programma che installeremo in seguito per configurare SHE, Fancontrol e risparmio energetico da terminale lanciamo
su -c 'yum -y install wget'
a seguire
wget -q http://www.statux.org/fedora/statux.repo
a seguire
su -c 'mv statux.repo /etc/yum.repos.d/'
ed infine
su -c 'yum clean all'

Ora attrezziamo il gestore gestore di pacchetti YUM con qualche chicca:
su -c 'yum -y install yum-presto yum-fastestmirror yum-langpacks'

Password di root e attendiamo il completamento dell'installazione.
Questi pacchetti abilitano, nell'ordine, l'utilizzo dei Delta-RPM (riduce i download in caso di aggiornamento), l'utilizzo dei server più veloci disponibili in quel momento e l'installazione automatica dei pacchetti in lingua italiana (se disponibili) per ogni applicazione che si andrà ad installare successivamente.

Ora diamo un bel
su -c 'yum -y update'

ed aspettiamo che tutti gli aggiornamenti vengano scaricati.

OTTIMIZZAZIONI ED INSTALLAZIONE SOFTWARE FONDAMENTALI:

Visto che ormai la stragrande maggioranza dei netbook hanno un bios Seven-compatibile, dobbiamo adeguarci. Da terminale
su -
a seguire
gedit /boot/grub/grub.conf

Nel file di configurazione inseriamo, alla fine della linea del kernel, la seguente voce:
acpi_osi=Linux
il risultato dev'essere il seguente:
title Fedora (2.6.34.6-47.fc13.i686.PAE)
root (hd0,0)
kernel /vmlinuz-2.6.34.6-47.fc13.i686.PAE ro root=/dev/mapper/vg_uno-lv_root rd_LVM_LV=vg_uno/lv_root rd_LVM_LV=vg_uno/lv_swap rd_NO_LUKS rd_NO_MD rd_NO_DM LANG=it_IT.UTF-8 SYSFONT=latarcyrheb-sun16 KEYTABLE=it rhgb quiet i8042.reset=1 acpi_osi=Linux

Salvate il file e chiudete gedit.

Ora, per comodità la prima cosa da fare è abilitare il click con il touchpad in:
Sistema>Preferenze>Mouse>Touchpad
e selezionare "Abilitare il click del mouse con il touchpad" oltre a “Scorrimento a due dita” per lo scrolling verticale.

Altra cosa da fare è ridurre la grandezza dei caratteri in:
Sistema>Preferenze>Aspetto>Tipi di Carattere.
Sul 9” dell'eeepc penso che la scelta ottimale sia 8...

Andiamo ad installare alcuni componenti per me essenziali, visto che il corredo software di base non è ampissimo:

Flash-plugin
su -c 'yum -y flash-plugin'

Openoffice.org (solo Writer e Calc)
su -c 'yum -y install openoffice.org-writer openoffice.org-calc'

VLC (lettore multimediale con tutti i codec a corredo, consigliatissimo...)
su -c 'yum -y install vlc'

Lock-keys-applet (applet per il pannello con l'indicazione nel Num-Caps-Scroll Lock)
su -c 'yum -y install lock-keys-applet'

Jupiter e supporto EeePc
su -c 'yum -y install jupiter jupiter-support-eee'

Alla fine di tutte le installazioni, riavviate il vostro Eee.

Ora procediamo con le ottimizzazioni dei servizi di Fedora 13.

Prima di tutto installiamo l'utility ad hoc:
su -c 'yum- y install system-config-services'

Una volta installata la troviamo in:
Sistema>Amministrazione>Servizi
Nella schermata che si presenterà troviamo tutti i servizi caricati all'avvio; consiglio di disabilitare i seguenti non necessari
ATTENZIONE: questa è solo una chicca per alleggerire il boot e l'utilizzo di memoria. Se non sapete cosa fate o avete dei dubbi, saltate il passaggio successivo.

Disabilitate i seguenti servizi:

abrtd (demone per il bug report)
cups (lo disabilito perchè non mi collego mai a stampanti con l'eee, lasciatelo in caso contrario...)
mdmmonitor (demone-monitor per i dischi RAID)
sendmail

Chiudete la schermata “Servizi”

Ora ci occupiamo delle applicazioni avviate automaticamente in:
Sistema>Preferenze>Applicazioni d'avvio

Consiglio di deselezionare le seguenti voci, solitamente non necessarie su un eeepc: (stesso discorso, se non sapete cosa fate lasciate perdere...)

Applet Coda di Stampa (stesso discorso di CUPS)
Automatic Bug Reporting Tool (sempre il bug report)
Assistenza visiva
Desktop Remoto

Per velocizzare il lancio delle applicazioni più usate:
su -c 'yum -y install preload'

Altro consiglio che mi sento di dare è l'abilitazione di Compiz in
Sistema>Preferenze>Effetti Desktop
per avere l'Expose nell'angolo in alto a dx, utilissimo viste le misure del piccolino...

Buona Fedora 13 a tutti!!!

29 commenti:

  1. Stasera ho provato la nuova Fedora su live cd e mi sono convinto ad installarla per provarla meglio,volevo solo chiedere siccome ho intenzione di installarla al fianco di Seven e Kubuntu se il Grub poi mi vede tutti e tre i sistemi,quello di Opensuse ad esempio non mi vedeva Kubuntu...
    Cmq almeno rispetto al parco software rispetto a Kubuntu da quel che ho visto ci sono i pro ed i contro che poi cmq dipendono anche dai gusti personali,cmq voglio provarla meglio per fare un paragone migliore(Naturalmente parlo della Spin KDE)

    RispondiElimina
  2. @Lazy
    Attento: Fedora e openSUSE usano Grub legacy, mentre Kubuntu usa Grub 2. Hai due possibilità: o installi Grub legacy e poi aggiungi a menu.lst una voce tipo:

    title Ubuntu
    root (hd0,4)
    kernel /boot/vmlinuz-2.6.32-21-generic ro root=/dev/sdaX
    initrd /boot/initrd.img-2.6.32-21-generic

    Oppure preparati a ripristinare il Grub2 con la live di Kubuntu.

    RispondiElimina
  3. Mi sa che è meglio la seconda ipotesi,cmq intanto ho trovato questo che ne dici?
    http://www.lffl.org/2010/11/easylife-gestire-al-meglio-fedora-14.html?utm_source=feedburner&utm_medium=feed&utm_campaign=Feed%3A+LinuxFreedomForLive+%28LinuX+Freedom+for+Live%29

    RispondiElimina
  4. @Lazy
    Si, lo conosco, ma non l'ho mai usato.
    Se vuoi la comodità:

    su -c 'yum install autoten'

    Quando lo lanci da un comodo menu spunti i programmi che ti servono e lui si preoccupa di abilitarti i repo ed installare il tutto. In più puoi abilitare sudo, l'autologin e altre cosette interessanti. Io lo uso per far prima nelle installazioni...

    RispondiElimina
  5. Ok grazie,però all'inizio voglio prima capire un pò le differenze con Kubuntu anche sulle cose che Fedora inserisce nei repo ufficiali e quindi devo prima capire quali sono quelli ufficiali :P cose così,in pratica io la provo con la speranza di trovare un qualcosa talmente bello da convincermi a cambiare ma anche per fare un confronto per notare ad esempio quali sono le cose che sono di KDE e quali quelle in cui influiscono le decisioni delle distro,ad esempio ho già notato che in Kubuntu Kpackegekit è stato rivisto con delle modifiche rispetto a quello che c'è su Fedora...

    RispondiElimina
  6. @Lazy
    Leggi la guida, gli unici repo da abilitare sono gli RPMFusion free/non-free a il repo Adobe per Flash. Basta. Il 99% delle esigenze vengono coperte da quello. Se proprio vuoi ci sono anche i repo Redhat per KDE, ma non contengono nulla di diverso da quelli Fedora, sono semplicemente aggiornati un po' prima.

    RispondiElimina
  7. @AlfiereNero
    Bello questo autoten! Ora lo segnalo a mio fratello!

    RispondiElimina
  8. @Doc
    Per Fedora 12 e 13 lo trova nei repo.
    Per Fedora 14 ho visto che non c'è ancora, quindi va scaricato da qui:
    http://dnmouse.org/autoten-5.1-6.fc14.noarch.rpm

    RispondiElimina
  9. Bene appena trovo un pò di tempo la installo sul pc per testarla al meglio,cmq già che ci sono approfitto per dirti direttamente qua ciò che volevo dirti in PM così lo leggono tutti perchè la cosa non vale solo per te,in pratica nel caso tu avessi intenzione di fare una guida di Fedora indirizzata a KDE(tipo ciò che ha fatto Melko con la sua guida a Sebayon) volevo offrirti e mettere a disposizione il lavoro che sto continuando a fare sulla mia guida a Kubuntu,che sicuramente potrebbe essere fatta meglio ma hala qualità di coprire un sacco di cose che riguardano KDE e che potrebbero interessare anche chi usa altre distro con lo stesso DE,quindi questa è la mia offerta che vale per tutti senza problemi di chiedermi permessi o di citarmi,però pensando a questo mi è venuta un'altra idea che non so se può interessare,mi piacerebbe creare una base comune utilizzabile per tutte le guide per distro KDE,praticamente l'idea sarebbe questa,tu fai la tua guida a Fedora e trovi cose(o anche tutto)che riguardano KDE nella mia guida che ti interessano e che vuoi riportare nella tua,magari in alcuni casi migliorando il mio lavoro poi per esempio un altro guarda la tua con i tuoi miglioramenti e lo usa per fare la sua migliorandola ancora(per miglioramenti intendo correzioni,aggiunte etc.),poi passa pincopallino che a sua volta vuole fare la stessa cosa,unico vincolo a tutto questo comunicare all'autore la nuova guida con le modifiche in modo che anche questi volendo possa migliorare la sua guida originale...
    Insomma una cosa che somiglia alla licenza GPL per le guide e che creerebbe un circolo virtuoso e di collaborazione indiretta con l'unico scopo di migliorare la qualità delle guide per gli utenti e favorire la diffusione di qualsiasi distro KDE con l'obbiettivo di rendere la vita più semplice ai nuovi utenti e non solo(questo è lo scopo di una guida giusto?)...
    Detto questo fatemi sapere che ve ne pare dell'idea,e cmq al di là di questo la mia proposta di mettere a disposizione il mio lavoro a chiunque è valida a prescindere...

    P.S.
    Con questo non voglio neanche lontanamente creare polemiche col discorso della famosa scritta rossa,io in rete voglio vivere in pace con tutti,amen.:)

    RispondiElimina
  10. @Lazy
    Non vuoi creare polemiche e vuoi certamente vivere "in pace con tutti, amen", ma sarà la quarta o la quinta volta che menzioni la scritta in rosso.

    Detto ciò, ti dico in breve la mia: non esistono "ottimizzazioni per KDE", esiste SOLO la kde e basta! Che ognuno se ne faccia quello che vuole!

    E qui chiudo!

    RispondiElimina
  11. @Lazy
    Ti ringrazio per l'offerta. Ho in preparazione la guida per la nuova Fedora 14, ma trovo KDE poco adatto ai netbooks, quindi sto scrivendo per la live con Gnome, ovvero quella principale. (Ero tentato di utilizzare la spin con Xfce)

    Per quanto riguarda la tua idea, da utilizzatore di KDE sul portatilone la trovo poco realizzabile dato che le distro, per politiche diverse, hanno versioni diverse dello stesso DE.
    Ora come ora trovi:

    KDE 4.5.x su
    Fedora 14
    Kubuntu 10.10
    Arch
    Sabayon (?)
    KDE Reloaded

    KDE 4.4.x
    Fedora 13
    Debian Squeeze/Sid
    OpenSUSE 11.3
    AptoSid

    Un conto è specificare la versione della distro pincopallino, un conto è cercare di fare una guida per un DE a prescindere dalla versione e dalla distro sottostante.

    RispondiElimina
  12. Allora
    @Doc
    Proprio perchè come tu hai ricordato(e ricordi!!) mi era sembrato che la cosa potesse essere fraintesa ed ho voluto proprio per questo evitare sul nascere la nascita di polemiche che in quel momento ed anche in questo non mi interessavano e non mi interessano,a suo tempo dissi la mia sull'argomento e non mi interessa tornarci,ma evidentemente l'argomento anche se solo citato di striscio è tabù.
    Per quanto riguarda KDE mi sembra che sia ottimizzabile come tutti gli altri DE se non di più,cmq ognuno ha le sue opinioni.....
    @AlfiereNero
    Ok,capisco le tue motivazioni,cmq la mia proposta non solo resta valida ma si riferiva ovviamente alle stesse versioni di kde ed a cose che proprio perchè di KDE sono comuni per le diverse distro,una cosa che mi viene a caso è l'impostazione di un Browser diverso da quello di default come tale oppure i demoni da killare,cose così,poi naturalmente ognuno adatta le cose alla propria distro e cmq la mia non voleva essere la proposta di creare una guida a parte per KDE ma semplicemente quella di usare le varie ottimizzazioni che riguardano KDE in modo diciamo "multidistro" ognuno scrive la sua e migliora alcune parti magari prendendo spunto dai miglioramenti dell'altro.Tutto questo naturalmente nasce da alcune mie difficoltà che così facendo potrebbero essere superate da altri al mio posto ed altri ancora potrebbero migliorare ciò che altri hanno migliorato sulla mia(è contorto ma cmq semplice come concetto se lo si afferra ;) )cmq vabbè,la mia era una proposta...

    RispondiElimina
  13. Installata Fedora e per ora tutto bene,unica cosa al momento non sono riuscito a capire come installare i driver nvidia proprietari...

    RispondiElimina
  14. @Lazy
    Se non sai il modello di scheda:
    /sbin/lspci | grep VGA

    Dopodichè o disinstalli i nouveau ed installi i driver, oppure aggiungi un'opzione nel modo seguente:
    su -c 'gedit /etc/grub.conf'

    Ed inserisci sulla linea del kernel
    rdblacklist=nouveau nomodeset

    Per installare i driver:
    su -c 'yum install kmod-nvidia'
    Se utilizzi il kernel-PAE
    su -c 'yum install kmod-nvidia-PAE'

    Per sapere il nome del pacchetto in base al modello di scheda video:
    http://rpmfusion.org/Howto/nVidia#head-c1dffd449bd43e0ded5b564d464d8289ba827235

    RispondiElimina
  15. Scusa ma non si possono semplicemente installare i driver proprietari?
    Per il grub ho già ripristinato quello di Kubuntu...
    Scusa se queste domande possono apparire stupide ma per uno che è abituato con Kubuntu che praticamente te li installa da solo non è semplice da capire...
    Come Kernel ho quello di default...

    RispondiElimina
  16. @Lazy
    Il pacchetto indicato da Alfiere sono i "drivers proprietarii".
    Il problema è che, evidentemente, i pacchetti di fedora non sono impostati per blacklistare automaticamente i nouveau, come invece fanno quelli di Debian (da cui deriva Ubuntu), che aggiungono un file /etc/modprobe.d/nvidia-kernel-nkc.conf (se non ricordo male: il portatilone con nvidia mi si è fottuto ed ora sono passato ad Ati), contenente il seguente testo:
    # nvidia.ko and nouveau.ko don't work together, see #580894
    blacklist nouveau

    Devi cercare un modo per blacklistare i nouveau in Fedora senza ricorrere al grub, visto che oramai usi il grub2 di ubuntu.

    Google aiuta

    RispondiElimina
  17. @Lazy
    Dimenticavo che utilizzi il Grub2 di Ubuntu...
    A questo punto ti conviene disinstallare i nouveau ed installare i proprietari.

    su -c 'yum remove xorg-x11-drv-nouveau'

    poi

    su -c 'yum install kmod-nvidia'

    RispondiElimina
  18. @Doc
    A quanto pare su Fedora 14 non è più necessario il BL

    @Lazy
    La procedura esatta è quella che trovi qui:
    http://forums.fedoraforum.org/showthread.php?t=204752

    RispondiElimina
  19. @AlfiereNero
    Ottimo! Probabilmente, blacklista lui in automatico.

    L'avevo detto che google aiuta! ;)

    RispondiElimina
  20. Bene,la guida sembra semplice,seguendo il primo topic dovrei installare i driver per il kernel PAE visto che ho una 32 bit con 4GB di ram ed il procedimento dovrebbe essere il primo topic visto che ho una nvidia GeForce 9660 GS
    Domani provo,grazie...

    RispondiElimina
  21. @Lazy
    Tutto esatto. Ricordati anche ti fare quanto scritto al punto 3, aggiungere quanto segue a
    /etc/X11/xorg.conf

    Section "Files"
    ModulePath "/usr/lib/xorg/modules/extensions/nvidia"
    ModulePath "/usr/lib/xorg/modules"
    EndSection

    RispondiElimina
  22. Tutto fatto però dopo il riavvio mi si blocca alla schermata di Plymouth e non va avanti...
    Al primo passaggio il kernel non si è aggiornato ed ho pensato che lo fosse già e sono andato avanti,ho scelto la configurazione per il kernel PAE quindi la seconda opzione del secondo passaggio e poi alla terza opzione ho editato usando kwrite e salvato...

    RispondiElimina
  23. @Lazy
    Domanda: hai installato la versione dei drivers corrispondente con il tuo kernel (PAE o non-PAE)?

    Se hai installato i drivers giusti, di certo dipende dallo xorg.conf non buono e da correggere.

    RispondiElimina
  24. @Lazy
    Non puoi installare il modulo PAE senza avere il kernel PAE. Se non l'hai installato tu, sulla live trovi solo il kernel liscio...
    Installalo con

    su -c 'yum install kernel-PAE'

    RispondiElimina
  25. Però ora come faccio a modificare se non riesco ad accedere neanche al KDM?
    In effetti io non avevo messo nessun kernel,avevo capito che Fedora lo mettesse in automatico se si usava una 32bit con 4 o più Gb

    RispondiElimina
  26. @Lazy
    Il kernel-PAE viene messo in automatico installando solo da DVD.

    Il problema è che stai usando Grub2. In teoria in avvio, premendo Enter ti si apre il menu di Grub. Selezioni Fedora e premi A. Dovresti aggiungere un tre sulla linea del kernel, così:
    kernel /vmlinuz-2.6.9-1.667 ro root=LABEL=/ acpi=on rhgb quiet 3
    in modo da accedere da linea di comando.
    Con il cavetto ethernet inserito lanci il comando per installare il kernel-PAE. Riavvii ed il gioco è fatto.

    RispondiElimina
  27. Bene finalmente scrivo da Fedora con i driver nvidia proprietari attivi...
    Da questo momento inizio a testarla per bene...
    Devo dire due cose però,con i driver proprietari anche qui su fedora Plymouth non va...
    Secondo problema,ad ogni avvio le impostazioni del pannello nvidia risultano azzerate e per ripristinarle devo semplicemente aprire il pannello di configurazione nvidia,però è una seccatura,una volta avevo lo stesso problema con Kubuntu ma da Lucid è stato risolto,stesso problema se non ricordo male quando provaii Debian e non ricordo come risolsi la cosa...
    Cmq ora mi metto a cercare un elenco dei codec da installare per i video e l'audio e dopodichè se vuoi lascerò alcune considerazioni confrontando Fedora e Kubuntu cercando di essere molto imparziale e non facendo commenti su cose che non conosco bene(se pensi che non sia il luogo adatto per un confroto dimmelo tranquillamente,ho anch'io dei dubbi a riguardo..)

    RispondiElimina
  28. Per i codec ho aggiunto il pacchetto xine-lib-extras-freeworld che spero vada bene sia per gli audio(per ora funziona) che per i video...

    RispondiElimina
  29. Allora:
    per abilitare Plymouth con i proprietari dovresti aggiungere il codice
    vga=XXXXX sulla linea del kernel, dove al posto delle X inserisci il codice corrispondente alla risoluzione nativa del tuo monitor. Sotto post trovi la tabella dei valori
    Per quanto riguarda il setting dei driver non saprei aiutarti, non avendo una scheda nvidia sotto mano. Dai un'occhiata al thread che ti avevo indicato sul forum ufficiale.

    Per i pacchetti da installare segui la guida, per quello va bene anche su Fedora 14.

    I commenti sono sempre bene accetti, anche per smontare falsi miti...

    Colours 640x400 640x480 800x600 1024x768 1152x864 1280x1024 1600x1200
    4 bits ? ? 0x302 ? ? ? ?
    8 bits 0x300 0x301 0x303 0x305 0x161 0x307 0x31C
    15 bits ? 0x310 0x313 0x316 0x162 0x319 0x31D
    16 bits ? 0x311 0x314 0x317 0x163 0x31A 0x31E
    24 bits ? 0x312 0x315 0x318 ? 0x31B 0x31F
    32 bits ? ? ? ? 0x164 ? ?

    RispondiElimina

Chiunque può commentare. Anzi, siete altamente incoraggiati a commentare

Se avete una miglioria o qualche consiglio che pensiate migliori la guida sarete i benvenuti. Vi sarà riconosciuto onore e verrete citati in modo doveroso. Non esitate a comunicarci dubbi e/o critiche. Le migliori guide sono quelle che si fanno insieme, ed è questo lo spirito che vogliamo mantenere.

NOTA BENE: Se avete critiche riguardo alla gestione di questo blog potete inviarle al nostro indirizzo: netbookteam [at] gmail [dot] com. Chiediamo quindi di farle in modo privato, per non generare confusione nelle discussioni tecniche che si trovano qui nei commenti. Grazie.